Motor Shop Mengozzi Arezzo

Motor Shop Mengozzi

Acquistiamo la tua moto usata contattaci: 0575 353213 | info@motorshopmengozzi.it

LA RINASCITA DI SWM. VIENI A SCOPRIRE LE NUOVE MOTO DA MOTOR SHOP MENGOZZI

LA RINASCITA DELLA SWM MOTORS

SWM Motorcycles è una nuova Casa motociclistica italiana che trae ispirazione dal passato, nata dalla passione e dalle competenze tecniche e industriali di Ampelio Macchi e Daxing Gong. Il primo, protagonista della storia di prestigiosi marchi italiani come Cagiva, Husqvarna e Aprilia di cui è stato responsabile tecnico fregiandosi di 51 titoli Mondiali, 46 con Husqvarna e 5 con Aprilia; l’altro, affermato imprenditore cinese a capo del colosso Shineray Group che spazia dalle due alle quattro ruote oltre ai prodotti industriali per l’agricoltura e generatori.Erano i primi anni ’70 quando nelle gare di Regolarità, disciplina fuoristrada attualmente denominata Enduro, le mitiche 4 tempi italiane cominciavano a perdere terreno nei confronti delle più agguerrite 2 tempi straniere. Per far fronte a tale egemonia emergente, due piloti e amici accomunati dalla stessa passione per il fuoristrada decisero di costruirsi una moto in proprio fondando la SWM, acronimo di Speedy Working Motors. Nella sede di Rivolta d’Adda presero luce tre modelli di 50, 100 e 125 cc motorizzati Sachs che alla prima uscita in gara conquistarono posti di prestigio, facendo scalpore per le scelte tecniche con cui si presentarono sul mercato come il forcellone a sezione rettangolare, novità assoluta per quei tempi, e per il design moderno e personale caratterizzato dal color amaranto del telaio e da quello argento delle sovrastrutture che rimase per lungo tempo nel cuore degli appassionati. Sin dalla prima apparizione le SWM si sono messe in luce per la loro competitività che permise di raccogliere nelle competizioni fuoristrada prestigiosi successi perdurati per oltre un decennio. Il debutto internazionale fu in Spagna nel 1971, dove in occasione di una prova del campionato europeo Pierluigi Rottigni si fregiò del secondo posto nella classe 125 e Giuseppe Signorelli del terzo nella 100. Fu l’inizio di una ricca collezione di riconoscimenti sportivi, a partire dalla stagione successiva conclusasi con il titolo tricolore di motocross 125 del forlivese Afro Rustignoli e la medaglia di bronzo conquistata nell’europeo 125 di regolarità da Rottigni, che fecero letteralmente bruciare le tappe alla Casa lombarda. Nel palmares SWM spiccano la conquista del Vaso d’Argento alla Sei Giorni, i titoli europei enduro e kart, un Mondiale trial e numerosi titoli nazionali di trial e motocross, specialità nella quale conquistò il sesto posto iridato 250 nel 1981.

Condividi